Il Parlamento europeoha approvato la Direttiva 2018/844/UE che modifica la direttiva 2010/31/UE  sulla prestazione energetica degli edifici e la direttiva 2012/27/UE sull’efficienza energetica.

Tra gli scopi principali vi è quello di ‘decarbonizzare’ il parco immobiliare di edifici residenziali e non residenziali, sia pubblici che privati, e renderlo altamente efficiente dal punto di vista energetico, tramite delle strategie di ristrutturazione mirate alla realizzazione di edifici a energia quasi zero (nZEB) entro il 2050.

Ma una novità particolarmente rilevante è l’introduzione di un indicatore di predisposizione degli edifici all’intelligenza.

Si inizia a delineare l’idea di definire appositi incentivi mirati all’introduzione di sistemi predisposti all’intelligenza e soluzioni digitali nell’ambiente edificato come strumento per il risparmio energetico, fornendo ai consumatori informazioni dettagliate sui loro modelli di consumo e consentendo di gestire la rete in maniera più efficace.

In quest’ottica e nell’ambito del ciclo di incontri di approfondimento promossi a seguito del percorso formativo CQ – Costruire in Qualità, di cui questo rappresenta il primo appuntamento, Ance Varese organizza il giorno 4 marzo alle ore 17.30 presso la propria sede un incontro informativo dal titolo “La sensoristica nel mondo delle costruzioni”.

Abbiamo invitato l’Ing. Cecilia Hugony – Teicos Costruzioni srl, Milano – chiedendole di raccontare brevemente la propria esperienza di trasformazione aziendale e di riservare un approfondimento al tema della sensoristica in considerazione dell’esperienza acquisita.

Modererà l’incontro l’Ing. Riccardo Bombelli dell’Impresa Costruzioni Edili Bombelli di Venegono Superiore (VA), presidente della Commissione Innovazione e Tecnologia di ANCE Varese.