A partire dalla denuncia contributiva di febbraio 2019 le imprese dovranno indicare ogni mese anche la qualifica professionale dei singoli lavoratori.